FacebookTwitter

Arduino a scuola

By on 6 ott 2010 in Blog | 2 comments

Docabout Share On GoogleShare On FacebookShare On Twitter

 

26

Docabout è lieta di presentarvi ARDUINO A SCUOLA

Il seminario organizzato da: Associazione Dschola, progetto Arduino, associazione Docabout, CSP-Innovazione nelle ICT, in collaborazione con l’ITI Majorana di Grugliasco propone ai docenti di scuola superiore un percorso di aggiornamento per la riforma del secondo ciclo basato sulla tecnologia Arduino, un progetto italiano di successo internazionale.

Registrazione del live streaming del convegno Arduino a scuola 26 ottobre 2010 – Grugliasco (inizio al minuto 10 – attendere caricamento buffer video)

Arduino è un dispositivo hardware a basso costo e open source che nasce a Ivreae si completa con un linguaggio di programmazione (Processing – sviluppato al MIT) molto efficace e semplice da usare. Per le sue eccezionali caratteristiche di estrema semplicità grande versatilità ed economicità, può essere introdotto come elemento didattico altamente innovativo e di sicuro successo già nei primi anni di scuola superiore (tecnici, professionali e licei) nelle materie di matematica, informatica, scienze integrate (fisica/chimica), tecnologie informatiche, scienze e tecnologie applicate, robotica, matematica, elettronica.

Con Arduino è possibile realizzare agevolmente con gli studenti le basi della programmazione, la realizzazione di videogiochi, la realizzazione di robot e installazioni multimediali, l’acquisizione di dati in tempo reale, il controllo di fenomeni fisici e di reazioni chimiche, la realizzazione di computer indossabili e molto altro ancora. La community mondiale, che supporta il progetto, rende disponibili già da subito migliaia di realizzazioni in grado di attirare l’attenzione dello studente più distratto.

Questo evento fa parte di un programma di incontri che si svolgeranno nel corso dell’anno scolastico 2010-2011 e avranno la peculiarità di includere dimostrazioni pratiche in cui gli esperti del team di Arduino presenteranno alcuni prototipi.

Il workshop sarà inoltre l’occasione per presentare il corso di formazione gratuito rivolto agli insegnanti di scuole superiori, che si candida ad essere una delle possibili attività di formazione e di ricerca-azione previste per il supporto all’attuazione del riordino del secondo ciclo (come indicato nell’allegato ANSAS Circ. AOODPPR n2537/U) e a cui ci si potrà iscrivere anche in occasione del seminario.

All’incontro parteciperanno, tra gli altri: * Massimo Banzi, consulente e docente di Design Interattivo, nonché co-fondatore del Progetto Arduino * Norberto Patrignani, docente di “Computer Ethics” alla Scuola di Dottorato del Politecnico di Torino e di “ICT & Societa’ dell’Informazione” all’Universita’ Cattolica di Milano * Andrea Molino, resp. dell’Area Embedded Systems e Robotics Lab del CSP Innovazione nelle ICT Il seminario è rivolto a tutti i docenti della scuola secondaria secondo grado, in particolare, ai docenti delle materie di matematica, informatica, scienze integrate, scienze e tecnologie, fisica, chimica, robotica, elettronica.

L’invito è esteso ai ai docenti di scuola primaria esperti in robotica, ai docenti di scuola secondaria di primo grado, ai dirigenti scolastici, alle figure strumentali area TIC, alle figure di sistema ForTIC B e C e ai responsabili di laboratorio delle scuole.

Informazioni e iscrizioni on-line su www.itismajo.it/prenota_arduino

This text will be replaced

2 Comments

  1. Mirco

    1 luglio 2011

    Post a Reply

    Negli ITI si studia un’architettura di un calcolatore (Z80, 8086, 8051, PIC ecc.) a discrezione del docente e annesso linguaggio assembler. Dunque non credo che Arduino, con il suo linguaggio Processing, possa avere una valenza educativa. Se, invece, vogliamo avvicinarci al modello americano dove si fanno le cose, nel breve tempo possibile senza capire come è perché, allora ben venga Arduino.

    • danet

      21 gennaio 2012

      Post a Reply

      nulla toglie di caricare su arduino, codice assembler o in C. (con avrdude)

Submit a Comment

Or

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>